Blog

Ne soffrono molto più le donne rispetto agli uomini, anche se il fenomeno è in aumento tra la popolazione maschile. Parliamo della ritenzione idrica, un disturbo causato da una disfunzione del sistema circolatorio che determina un accumulo eccessivo di liquidi.

Nella maggior parte dei casi le cause sono da ricercare in uno stile di vita scorretto, sebbene la ritenzione possa nascondere anche problemi più seri al sistema cardiovascolare e renale.

Vediamo le cause più comuni.

1- Eccessivo consumo di sodio

Loading...

È una delle cause principali. Se si assume infatti troppo sodio e poca acqua il nostro organismo comincia ad utilizzare le riserve e si forma un edema, il tipico rigonfiamento dei tessuti dove si accumulano i liquidi.

2- Consumo di troppi cibi confezionati

Contengono infatti una quantità eccessiva di sodio e zuccheri, causando quindi molta ritenzione.

3- Disidratazione

Tutti noi necessitiamo di una certo quantitativo di liquidi giornaliero. Quando il nostro corpo avverte la scarsità di questi comincia ad accumularli automaticamente.

4- Carenza di vitamina B6

La vitamina B6, presente in diversi alimenti, dal pollo alle banane, tonno, pistacchi, frutta secca, patate, è un alleato prezioso per evitare fenomeni di ritenzione idrica.

5- Carenza di magnesio

Il magnesio è un minerale fondamentale per il nostro organismo. Presente nelle noci, frutta secca, spinaci, cereali integrali, va assunto per contrastare la possibile insorgenza della ritenzione.

6- Mancanza di potassio

Insieme al magnesio rappresenta un altro minerale fondamentale nell’azione di regolazione e distribuzione dei fluidi cellulari, e dei liquidi presenti. La combinazione di magnesio e potassio risulta quindi fondamentale per combattere la ritenzione.

Come prevenire il fenomeno?

Oltre a porre attenzione ai suggerimenti presentati, l’altro fattore importante riguarda l’esercizio fisico, specialmente quello aerobico, come camminare, correre, nuotare.

Occorre quindi evitare il consumo eccessivo di sale, e mangiare molta frutta e verdura. In esse sono presenti i flavonoidi, composti naturali, che aiutano a decongestionare e prevenire la ritenzione.

Evitare poi indumenti troppo stretti ed evitare di lavarsi con acqua particolarmente calda.

Infine, come abitudine, specie per il classico gonfiore alle caviglie, prendere come abitudine quella di sollevare per qualche minuto gambe e caviglie facendo piccole rotazioni.

Condividete queste preziose informazioni!

Loading...