Benessere curiosità

Le 5 buone abitudini che eliminano i pensieri negativi

Loading...

Quanti di noi, ogni tanto, o spesso, a seconda dei momenti… veniamo ” assaliti ” da pensieri negativi? Sicuramente molti. È normale.

Cosa provocano questi pensieri sul nostro stato mentale, emotivo?

Tutta una serie di reazioni, negative, che portano poi ansia, paura, preoccupazione.
A loro volta queste reazioni determinano poi, scelte ed azioni che scaturiscono da questi stati d’animo.

Loading...

Un circolo vizioso dal quale occorre uscire!
Un vecchio errante chassidico diceva ” Pensa bene, e tutto andrà bene ” e raccomandava di ripeterlo come un mantra, magari immersi nella natura, raccogliendo la parte positiva della propria psiche.
Altri esperti, moderni, sollecitano invece una tecnica: la ristrutturazione cognitiva, capace di focalizzarsi sul pensiero negativo.

Nata come terapia cognitiva e comportamentale, la ristrutturazione cognitiva è uno strumento operativo che ci permette, anche soli, di modificare le negatività che spesso e irrazionalmente, vanno ad occupare la nostra mente.

Vediamo i 5 passaggi necessari 

1- Osserva il tuo pensiero

Mai sfuggirlo, si ripresenterà più intenso. Al contrario siediti all’interno della tua mente, ed osserva, con calma, quello che ti infastidisce. Visualizzalo, senza paura. Meglio osservarlo che scappare via!

2- Evita di rimuginare

Rimuginare sopra un pensiero negativo, non porta nessun vantaggio, se non perdere e sprecare energia.
Prendi invece un foglio, dividilo su due colonne e annota la negatività e la soluzione. Ripeti questo atto ogni volta che si ripresenta, andando poi , a distanza di una settimana, a verificare la sua perdita di consistenza.

3- Valuta anche l’attendibilità del pensiero.

Mentre lo osservi, e mentre lo annoti, valuta anche se è consistente come problema. Dire, ad esempio “non ho abbastanza soldi “, è relativo. Pensare “se avessi 1 milione” mentre si vive con un normale stipendio, non rappresenta un reale problema.

4- Pratiche semplici di meditazione.

Non servono tecniche speciali, basta isolarsi , magari passeggiando, respirare profondamente e sentire la propria psiche e le proprie emozioni. Ogni cosa ha una soluzione e ognuno ha il proprio metodo e le giuste risorse per affrontarle.

5- Convinciti che i pensieri vanno e vengono!

Come tante cose nella vita, anche le situazioni, quindi i pensieri e le emozioni che le accompagnano, cambiano, mutano. È importante avere cognizione di questo, perche’ dietro l’angolo può essere pronta una sorpresa inaspettata, capace di ribaltare il quadro delle cose. Imparare a trasformare il proprio flusso di emozioni è un’altra componente capace di dare una spinta.

Diventare gestori delle proprie emozioni, paure, ansie, è un obiettivo possibile!

Condividete sui vostri social network!

Condividi questo articolo:
Loading...

Caricamento in corso …