Le gambe non ti fanno dormire di notte? Non è un fastidio, ma una sindrome neurologica

Loading...

Spesso è difficile distinguere tra un fastidio ed una vera e propria malattia che necessita di cure. La sfumatura è molto sottile e spesso porta le persone a sottovalutare la situazione e ad abituarsi ai disagi percepiti. Avete mai sentito parlare di RLS? È anche conosciuta come la sindrome delle “Gambe senza risposo” ed è una condizione che molte persone accusano: il sintomo principale è il bisogno di dover muovere incessantemente le gambe, soprattutto durante la notte, a causa di una sensazione di formicolio, bruciore, dolore e piccole scosse. Probabilmente avete sempre pensato che fosse un problema solo vostro e più collegato allo stress e al nervosismo che ad altro. Ecco invece di cosa si tratta.

La sindrome delle gambe senza risposo si manifesta con delle spiacevoli sensazione alle gambe che creano il bisogno di muoverle di continuo.

 

Di solito chi ne soffre ha difficoltà ad addormentarsi o a rimanere addormentato e può coinvolgere anche le braccia. Si tratta di una condizione ereditaria che compare prima dei 45 anni di età e dura per tutta la vita: è stata osservata anche nei bambini. Il grado della RLS può essere diverso, da un fastidio lieve ad un fastidio più debilitante che inficia la qualità del sonno e in generale della vita.

Chi ne soffre:

Loading...

Chi soffre di malattie croniche, come il diabete e l’insufficienza renale
Chi assume farmaci antidepressivi, antistaminici, contro la nausea e gli antipsicotici
Chi è in gravidanza, soprattutto nell’ultimo trimestre.
Chi consuma alcol
Chi soffre di insonnia

Come si cura:

La sindrome delle gambe senza riposo può essere trattata con dei farmaci, ma in molti casi è sufficiente cambiare alcune abitudini per alleviarne i sintomi.

L’alcol e la caffeina incrementano i fastidi legati alla RLS, soprattutto se assunti prima di andare a dormire.
Il fumo promuove uno stato di agitazione che aumenta i fastidi della RLS.
Un allenamento fisico di 30-60 minuti allevia in maniera molto efficace i sintomi. È sufficiente camminare, correre, fare yoga ed esercizi delle gambe.
Ridurre lo stress giornaliero aiuterà a risolvere la sindrome ed innumerevoli altri problemi.
Se pensate di avere la RLS parlatene con il vostro medico, il quale saprà indicarvi la cura migliore. Cambiate poi in meglio le vostre abitudini di vita, e non solo per risolvere il problema del fastidio notturno alle gambe!

Ecco un esempio di qualche esercizio che potete fare per alleviare i sintomi.

Condividi questo articolo:
Loading...
Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close